• Non mi toccare, di Massimo Tallone.

    Il nuovo, grande noir di Massimo Tallone. Una protagonista conturbante in fuga da un assassino spietato. Un inseguimento all’ultimo respiro fra Torino, la Sardegna, l’Islanda e le isole Fær Øer. Una discesa all’inferno senza pietà né legge. Spirale che t’inghiotte e non puoi vederne la fine. Una scrittura raffinata e allusiva, tagliente e sinuosa. Un’inquietudine narrativa rara nel noir italiano. Grande letteratura.

  • 35 borghi imperdibli – Piemonte, di Gian Vittorio Avondo.

    Piccoli gioielli intatti, spesso nascosti o poco conosciuti. Unici per storia, architettura, contesto ambientale. Dalle Alpi alle colline di Langhe e Monferrato, dalla pianura vercellese all’Ossola, dal Verbano all’Alessandrino.

  • Neofascismi, di Claudio Vercelli.

    Dalla fine del fascismo a oggi, un libro per ricostruire la parabola dell’estrema destra in Italia. Settant’anni di storia, tra vecchi ideali, violenza e nuovo populismo.

  • 35 borghi imperdibili a due passi da Milano, di Andrea Accorsi.

    I dintorni di Milano sono spesso, a torto, trascurati sotto il profilo turistico, bollati indistintamente come mere appendici della metropoli o anonimi dormitori che vivono in arida simbiosi con essa. Tuttavia, attorno al capoluogo lombardo, talvolta a brevissima distanza da esso, sopravvivono località antiche e suggestive, con un ricco patrimonio di storia e di arte, immerse nel verde e mete perfette per la classica «gita fuori porta».

  • 35 borghi montani imperdibili – Lombardia, di Andrea Accorsi.

    C’è una Lombardia meno nota di quella delle grandi città, dei celebri monumenti e musei, dei laghi e delle fiere internazionali: è la Lombardia dei borghi di montagna.

  • Caporetto una storia diversa, di Claudio Razeto.

    A cent’anni dai fatti, un volume che getta nuova luce sulla tragedia di Caporetto, con uno straordinario apparato iconografico tratto dagli archivi ANSA e dei suoi partner.

  • Cammini storici del Piemonte, di Franco Grosso.

    Per la prima volta un volume che propone tutti i cammini storico-devozionali del Piemonte. Tra natura, arte e spiritualità, sentieri e panorami che hanno visto la grande Storia.

  • Bestiario torinese, di Marco Gentile e Roberto Cortese.

    Una passeggiata inedita tra le vie di Torino. Con lo sguardo sollevato su monumenti, palazzi, portoni, su elementi decorativi in bronzo o in marmo (ma non solo), per scoprire tutti gli animali che, silenziosi ed enigmatici, popolano la città.