Archivio per la Categoria ‘News e press’ Category

Edizioni del Capricorno - novità gennaio 2019Le novità di Edizioni del Capricorno in libreria a gennaio Alla scoperta della Torino rigorosa e raffinata, fantasiosa e cartesiana. Bellissima Alla scoperta della Torino barocca: una guida pratica che invita torinesi e visitatori all’osservazione diretta dei capolavori del barocco in città. Ma non solo: questo libro è  uno strumento di scoperta, rigoroso ma agile, della forma urbana di Torino. Otto passeggiate per ripercorrere la storia del progressivo ampliamento della città fra Sei e Settecento, di rivelare il genio di Guarini, Juvarra e Vittone, ma anche di scoprire la raffinata ondata neobarocca che si sviluppa fra Otto e Novecento, una particolarità tutta torinese da conoscere e apprezzare. Le cartine dei percorsi, le biografie dei principali architetti, uno straordinario apparato iconografico realizzato ad hoc, un glossario dei più importanti termini architettonici. Se siete torinesi curiosi o turisti affezionati all’unicità appartata di questa città, questo libro non potete perderlo In Torino insolita e curiosa vi raccontiamo le vicende del leggendario assedio del 1706 seguendone le tracce rimaste in città, vi sveliamo dov’è conservato il vessillo della flotta piemontese alla battaglia di Lepanto, che cosa resta della rete di canali che hanno permesso la rivoluzione industriale torinese, tutta la storia del generale inglese Charles Beckwith, reduce da Waterloo e benefattore della comunità valdese. Ma non solo: vi portiamo a scoprire dove si ricorda il Bloody Sunday irlandese, che cosa c’era in Duomo prima della costruzione del Duomo… e tanti altri segreti della città, dal centro alle periferie, con una guida che svela i luoghi e le storie dei tanti straordinari personaggi che hanno vissuto a Torino. Fate con noi un viaggio indietro nel tempo per riscoprire un Piemonte perduto Quando non c’erano i frigoriferi, c’erano le olle per conservare i cibi; quando ancora non esistevano i fast-food, c’era il salampatata. In Piemonte non si usava l’olio di oliva, perché c’era quello di marmota. Prima dell’autodiagnosi su Internet, si andava dal guaritore. Prima, insomma, che la modernità imponesse i suoi ritmi e i suoi valori, c’era un Piemonte diverso, fatto di mestieri legati al territori, come nel caso dei calcinai di Rorà o dei coltivatori di bigàt; di prodotti locali come le farine di castagne e il sidro; di figure a metà fra la medicina e la superstizione come i soffiatori di fuoco di Sant’Antonio. Questo mondo perduto è tutto tra le pagine di Rimedi, cibi e altre stranezze della tradizione piemontese. Attenzione: nuovi Piemonte in noir! Astinenza da noir? Niente paura: dopo Il destino dell’avvoltoio, Le colpe del nero e Morte a Torino sono in arrivo due nuovi libri della nostra collana Piemonte in noir. In La ragazza della Crocetta del giornalista d’inchiesta Paolo Volpato si racconta la storia di un piccolo caso: il presunto suicidio di Lucia, una studentessa di 16 anni. Un fatto che in apparenza non merita le fatiche di un’indagine giudiziaria. Ma il pm Silvia Matteis non sembra pensarla così. Lei, alla giustizia, continua a crederci, e non accetta l’andazzo scontato del tentacolare palazzo di Giustizia di Torino. I colleghi la ostacolano. L’agente di pubblica sicurezza che fa parte della sua équipe va troppo per le spicce con la procedura. Solo il vecchio procuratore capo la osserva in silenzio, e le affida un dossier scottante, da trattare con le pinze: un caso di tangenti pagate per favorire un’azienda che lavora sul passante ferroviario. Nessuna connessione con il caso di Lucia. O almeno così sembra. Ma che cos’è davvero successo in quel palazzo della Crocetta? Pagina dopo pagina, il suicidio di una ragazzina diventa la chiave per qualcos’altro. Insetti pericolosi di Claudio Rolando è un noir classico e intrigante tra Piemonte e Francia. Leo Delfos è tornato nella natia Giaveno per godersi la meritata pensione, dopo decenni di lavoro alla Omicidi di Parigi. Nei suoi progetti ci sono l’orto e il relax, ma Fabio Di Giovine, comandante dei Carabinieri del paese, lo coinvolge nelle indagini sul colombiano Eriberto Díaz, trovato senza vita nella sua camera per un’overdose di aconitina, farmaco assunto per curare una rara sindrome cardiaca. I primi riscontri sul cadavere fanno pensare anche a un avvelenamento da una sostanza simile al curaro, ma i superiori di Di Giovine sembrano avere una gran fretta di chiudere le indagini. Qualcosa non torna, e Leo e Di Giovine indagano in via ufficiosa. I sospetti non mancano: la domestica; un’entomologa, il cui fratello è stato assassinato proprio in Colombia; il segretario di Díaz. Leo prende contatto con alcuni ex colleghi e apre uno spiraglio sul passato della vittima, poi torna a Parigi dove, in modo non proprio ortodosso, raccoglie notizie su una strana associazione, Salida, che si era formata tra studenti dell’Università di San José in Costa Rica e sembra avere a che fare con Díaz. Ma poi, com’è davvero morto Díaz? Perché, dopo aver assunto una prima dose di aconitina, ne ha presa una seconda poche ore dopo? Per non perdervi le nostre nuove uscite, ma anche per conoscere i nostri appuntamenti e dare un’occhiata al nostro blog Chirone, iscrivetevi alla nostra newsletter!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Edizioni del Capricorno a Più libri più liberi 2018Anche quest’anno vi aspettiamo a Più libri più liberi (stand D34) la fiera nazionale della piccola e media editoria che si terrà a Roma dal 5 al 9 dicembre. C’è anche una sorpresa: stampando o salvando questo coupon, se comprate tre  libri al nostro stand vi regaliamo quello meno caro. Che aspettate? Scaricate qui il coupon! Ma non finisce qui: abbiamo altre sorprese in programma! Per conoscerle, e sapere tutto sui nostri libri, le nostre promozioni e tutte le novità della casa editrice, iscrivetevi alla nostra newsletter cliccando qui.

 

 

Edizioni del Capricorno - novità in libreria a novembreLe novità di Edizioni del Capricorno in libreria a novembre e dicembre Alla scoperta della «città nella città» Per torinesi, e non solo, Capolavori e meraviglie del Cimitero Monumentale di Torino, con i testi di Carlo Luigi Ostorero (che per Edizioni del Capricorno è coautore di Alla scoperta della Torino Liberty), e le bellissime fotografie di Roberto Cortese (sono sue le immagini del libro L’arte nelle strade di Torino). Un viaggio nel Cimitero Monumentale, una vera e propria «città nella città» piena di capolavori di architettura e scultura, poco conosciuta ma fedele specchio della ricchezza culturale della società che l’ha prodotta. Nuovi e vecchi fascismi Abbiamo pubblicato tanti libri dedicati all’analisi del fascismo e della persecuzione ebraica. Vi abbiamo raccontato gli ultimi giorni di Mussolini in Mussolini 1945. La fine del fascismo; della Shoah in Europa, Italia e Piemonte con i libri Auschwitz e la Shoah, I luoghi della Shoah in Italia e La Shoah in Piemonte. Ritorniamo su questi argomenti e li ampliamo con due volumi di Claudio Vercelli, storico, docente di storia dell’ebraismo all’Università Cattolica di Milano. In 1938 Francamente razzisti. Le leggi razziali in Italia, Vercelli descrive senza indulgenze e attenuanti la storia delle leggi razziali promulgate dal fascismo, firmate dalla monarchia e applicate con grande solerzia dalla pubblica amministrazione. Vi troverete parole molto, troppo simili a quelle che sentiamo tutti giorni anche oggi. Il fascismo non si è certo esaurito con il ventennio mussoliniano, anzi: da sett’antanni la nostra storia si accompagna a quella dei partiti e movimenti di estrema destra, analizzati nell’altro libro di Claudio Vercelli che torvate in questi giorni negli scaffali delle librerie: Neofascismi (collana Stella polare). Tra vecchi ideali, violenza e nuovi nemici individuati ad hoc per attirare il consenso delle masse, un libro per trovare risposte alla tragica complessità del nostro presente. Torino-Medellín, sulle tracce dei narcopadrini Rimaniamo in Italia ma, con L’Italia dei narcopadrini di Benedetto Lauretti (collana Stella polare), allunghiamo lo sguardo sino al Sudamerica e agli Stati Uniti, con il racconto della più grande inchiesta sul narcotraffico internazionale mai condotta. Una task force tra CIA, DEA, FBI, Carabinieri e servizi segreti, con agenti sotto copertura, operazioni internazionali congiunte, migliaia di ore di intercettazioni, inchieste bancarie, vent’anni di indagini tra Milano, Torino, New York, Medellín, Olanda, Svizzera… Un racconto che sembra la sceneggiatura di un film, con un cast di star del crimine. Solo che è tutto vero: anzi, più vero del vero. Un’autobiografia speciale Il racconto di una vita particolarissima e ricca di avvenimenti importanti: quella di Luigi Giordano, medico e allievo del celebre Achille Dogliotti. Un chirurgo del Novecento  è un fiume in piena di memorie: il ricordo del padre, tra i fondatori della clinica Cellini di Torino, che curava i partigiani durante la Resistenza; gli anni di professione in ospedale a Torino, in un’epoca, quella dell’immediato dopoguerra, in cui la medicina subalpina avanzava a grandi passi verso la modernità e l’eccellenza internazionale; l’incontro con Gustavo Rol e gli straordinari personaggi che lo frequentavano; il rapimento da parte della ’ndrangheta, lungo e doloroso episodio infine concluso con la liberazione. Un libro di testimonianze personali, certo, ma che, grazie a una scrittura sintetica ed evocativa, riesce a passare dal particolare dell’esistenza singola all’universale storico e sociale, a ricostruire l’affresco di un’epoca, a evocarne gli ambienti, a tratteggiare il profilo di alcune fra le personalità più significative del dopoguerra torinese. Con la freschezza, il senso di verità, la profonda leggerezza di chi ha vissuto. Il treno, nel viaggiare, sempre ci fa sognare Aveva ragione (come sempre) Antonio Machado e la pensa così anche Diego Vaschetto, che in Treni e ferrovie del Piemonte racconta i treni di ieri e di oggi. La Torino-Genova, la prima ferrovia del neonato regno d’Italia, alla Torino-Modane, che poté contare sull’avveniristico (per i tempi) traforo del Fréjus. La rete delle piccole ferrovie secondarie del Torinese, i nodi di Chivasso, Acqui Terme, Cuneo, Casale Monferrato e Novara, sorti per facilitare le connessioni con il capoluogo, spesso a supporto di uno sviluppo industriale di cui, oggi, i tracciati ferroviari sono l’unica traccia sopravvissuta, talora conservata sotto forma di ferrovia turistica. E poi il presente, con la nuova alta velocità Torino-Milano, su cui un treno ha viaggiato a quasi 400 chilometri all’ora. Per ogni capitolo, la storia della linea ferroviaria e delle opere d’ingegneria che la caratterizzano, la descrizione del materiale rotabile, la cronaca delle vicende che ne hanno segnato nascita e sviluppo. Tra passato e presente, con uno straordinario apparato iconografico, d’epoca e contemporaneo, approfondimenti e cartine realizzate ad hoc.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nuove-uscite-autunno-2018Si avvicina l’autunno piovoso… ma niente paura, ci sono le nostre novità in libreria e in edicola! Amanti del noir? Non lasciatevi sfuggire la nuova antologia di Torinoir, Montagne in noir: cinque grandi racconti da godere tutto d’un fiato. E una cosa è certa: dopo averle lette, le montagne non vi sembreranno più quel luogo sicuro, tranquillo, immutabile che avete conosciuto finora. Dopo il tempo della strega, torna Árni Thórarinsson con Il settimo figlio, con il suo stile inconfodibile, ci racconta un mondo in apparenza tradizionale e immobile, in realtà percorso dalla violenza e dalle contraddizioni che caratterizzano il presente e, anzi, anticipano il futuro del mondo occidentale. Suspense, mirabile costruzione dell’intrigo, colpi di scena, ironia, disillusione. In cerca di una gita per il fine settimana? Se come noi pensate che l’autunno sia perfetto per piccole fughe del fine settimana, ecco due titoli perfetti: Guida alla canonica regolare di Santa Maria di Vezzolano, di Maurizio Pistone: una guida completa e aggiornata per conoscere tutti gli aspetti di uno dei più insigni edifici del romanico piemontese. 25 piccole città imperdibili. Emilia-Romagna, di Rossana Cinzia Rando: dalla pianura padana alla costa adriatica, dall’Appennino romagnolo alle rive del Po, 25 piccole città da scoprire. L’altra Emilia-Romagna. Da godere con lentezza. Per ciascun itinerario, informazioni pratiche per l’accesso e la visita, approfondimenti su storia, arte, natura, prodotti tipici, tradizioni culturali ed enogastronomiche. Appassionati di storia? Se come noi pensate che l’autunno sia perfetto per piccole fughe del fine settimana, ecco due titoli per voi: Le nuove armi della Grande Guerra: dopo Caporetto. una storia diversa e Dal Piave a Vittorio Veneto. Una storia diversa, Claudio Razeto torna sulla Grande Guerra, stavolta esaminando gli aspetti tecnologici e le innovazioni di tecnica militare che la caratterizzarono. Storie, personaggi, avvenimenti della Grande Guerra, in un libro rigoroso, documentato, ma dallo stile agile e coinvolgente, con uno straordinario apparato iconografico e le testimonianze dei protagonisti e dei cronisti dell’epoca. Per portare il lettore al centro della grande storia. Le dieci operazioni segrete che hanno cambiato la seconda guerra mondiale: Domenico Vecchioni traccia il ritratto di alcuni tra i personaggi e ricostruisce alcune tra le vicende più significative dello spionaggio degli anni della seconda guerra mondiale, su entrambi i fronti. Per conoscere chi ha cambiato il corso della storia.

 

 

Edizioni-del-Capricorno-chiusura-estate-2018

Noi ci prendiamo un po’ di riposo a partire dal 6 agosto, avvisiamo che gli ordini sul sito saranno evasi a partire dalla riapertura della casa editrice, il 27 agosto.

Buone vacanze a tutti!

Chirone, il blog di Edizioni del CapricornoDa oggi è online Chirone, il blog di Edizioni del Capricorno. Storie, Territori, interviste e approfondimenti, per saperne di più sui temi che da sempre caratterizzano i libri di Edizioni del Capricorno. Che cosa trovate su Chirone? Luoghi

Natura e cultura, spontaneità e artificio, sfondo e soggetto. Da quante stratificazioni è composta la parola luoghi? Scopri di più

Storia

Ogni società è le storie che si racconta, che si tramanda. Storie di personaggi celebri o dimenticati, storie minime e grandi narrazioni. Scopri di più

Oltre

Oltre a tutto quello che si è già detto c’è sempre un altro punto di vista. Approfondimenti, dettagli e riflessioni per non fermarsi mai. Scopri di più

Il caso Moro, di Gianni Oliva – Edizioni del CapricornoEsce oggi con La Stampa Il caso Moro, di Gianni Oliva. Il caso Moro. La battaglia persa di una guerra vinta è un libro rigoroso, ma di grande forza narrativa ed emotiva, scritto per i tanti che di Moro sanno il nome e il destino, ma non ricordano i fatti e il contesto; e per quelli (ancora più numerosi) che di Moro non sanno quasi nulla, perché nati dopo e formati da una scuola in cui la storia antica è più in onore di quella contemporanea. Un libro di divulgazione scientifica, con uno straordinario apparato iconografico capace di ricreare l’atmosfera che le parole raccontano.

«Io […] non assolverò e non giustificherò nessuno. Per questa ragione, per una evidente incompatibilità, chiedo che ai miei funerali non partecipino né autorità dello stato, né uomini di partito. chiedo di essere seguito dai pochi che mi hanno veramente voluto bene e sono degni perciò di accompagnarmi con la loro preghiera e con il loro amore.»

(Aldo Moro, lettera a Benigno Zaccagnini, 24 aprile 1978)

Nel libro: Il massacro di via Fani • Aldo Moro, giurista cattolico, dirigente democristiano, statista • La fiducia al governo di unità nazionale • La strategia della comunicazione dei brigatisti • Le lettere di Moro • Scambio di prigionieri: la strategia brigatista della trattativa • 9 maggio, l’epilogo di via Caetani • I «misteri» del caso Moro

 

Putin segreto di Valdimir Fédorosvki – Edizioni del CapricornoPutin segreto di Vladimir Fédorosvki Arriva in libreria Putin segreto di Vladimir Fédorovski, la prima uscita della nostra nuova collana Stella polare, dedicata alla storia contemporanea. Grandi autori italiani e stranieri per capire meglio il  presente. Vladimir Fédorovski è un importante ex diplomatico russo, una voce dall’interno del sistema, che in Putin segreto racconta l’itinerario personale e politico del presidente russo, che la rivista Forbes definisce «l’uomo più potente del pianeta». Chi è davvero Putin? Uno zar autoritario? Un James Bond manipolatore addestrato dal KGB, capace di mettere in serio pericolo la pace internazionale? Oppure un leader lungimirante, antitesi del politicamente corretto, che difende gli interessi del proprio Paese e gli equilibri geopolitici mondiali? Forse è tutto questo, e anche il suo contrario. In questo libro, Vladimir Fédorovski ne racconta la storia segreta, tracciando un ritratto in grado di dare molte risposte a questi interrogativi: dagli esordi come agente del KGB nel decennio 1970-1980 agli anni del postcomunismo, dall’ascesa come capo dell’intelligence di Eltsin sino alla nomina a primo ministro negli anni più caldi del conflitto ceceno, in un clima crepuscolare di fine impero, dominato dalla pesante influenza degli oligarchi e dai clan della vecchia nomenklatura. Putin segreto di Vladimir Fédorosvki è un viaggio per conoscere e capire meglio l’ideologia, i metodi e la personalità inafferrabile dell’uomo che da quindici anni è il padrone incontrastato della Russia e uno dei protagonisti assoluti dello scacchiere geopolitico internazionale.

 

Torino anni di piombo, di Gianni Oliva - Edizioni del CapricornoEsce oggi con La Stampa Torino Torino anni di piombo.1973-1982 di Gianni Oliva. La storia degli anni del terrorismo rosso a Torino partendo a ritroso dall’assassinio di Carlo Casalegno: un libro rigoroso, giusto, drammatico, con immagini d’archivio e importanti testimonianze d’epoca.

1973-1982: dieci anni che segnano in maniera indelebile la storia recente del nostro Paese. Gli anni in cui Torino, più ancora delle altri grandi città italiane, diventa la protagonista assoluta della lotta armata fra il terrorismo di sinistra e lo Stato. E infatti la città, in quel decennio, paga un prezzo altissimo, in termini di conflittualità quotidiana, di paura collettiva e soprattutto di vittime della follia omicida dei brigatisti. Con uno stile rigoroso e potente, e partendo a ritroso dall’assassinio di Carlo Casalegno, Gianni Oliva ricostruisce il clima dell’epoca e la cronaca quotidiana della città dal 1969 al 1982: dagli atti iniziali delle Brigate Rosse alla progressiva escalation della violenza, dalla nascita di altri gruppi terroristici come Prima Linea al ruolo delle amministrazioni locali, dalla riorganizzazione delle forze dell’ordine alla reazione dello Stato e di quella che oggi chiameremmo «società civile». Fino alla sconfitta del terrore. Luoghi, eventi, protagonisti, immagini e parole degli anni di piombo a Torino.

Nel libro: L’assassinio di Carlo Casalegno • La conflittualità sociale a Torino alla fine degli anni Sessanta • I sequestri di Bruno Labate ed Ettore Amerio • Dall’arresto di Curcio e Franceschini alla morte di Mara Cagol • Il processo di Torino ai capi storici delle BR • I fatti dell’Angelo Azzurro • Il 1978, l’anno più difficile • La reazione della società civile • I pentiti e lo smantellamento delle organizzazioni terroristiche • Per non dimenticare: le vittime del terrorismo in Piemonte

Dicembre con i libri di Edizioni del Capricorno

Tantissimi appuntamenti con i nostri autori per questo dicembre!

Torinoir

sabato 2 dicembre, ore 18.30, Circolo dei Lettori di Torino

presentazione di Dolcenoir, il panettone per amanti del noir targato La Torinese SpA, Torinoir ed Edizioni del Capricorno

L’arte nelle strade di Torino, di Marzia Bolle, Luca Davico  e Rosaria Scira, con le fotografie di Roberto Cortese

giovedì 14 dicembre, ore 18.30, galleria Liconi arte, via della Rocca, 28 – Torino

Torino anni di piombo. 1973-1982, di Gianni Oliva

mercoledì 6 dicembre, ore 10.00, Centro congressi Unione Industriale, via Vela, 17 – Torino

giovedì 14 dicembre, ore 15.30, aula magna del liceo Massimo d’Azeglio, via Parini, 9 – Torino intervengono Luciano Borghesan Roberto Della Rocca incontro organizzato con la UNItre

venerdì 15 dicembre, ore 18.00, Circolo dei Lettori di Torino intervengono Gian Carlo Caselli Sergio Chiamparino modera Cesare Martinetti