Alla scoperta della Torino barocca - Edizioni del Capricorno

Alla scoperta della Torino barocca

14,00 € IVA inclusa

Autori: Beatrice Coda Negozio, Roberto Fraternali, Carlo Ostorero
Formato: 12,5 x 20,5
Pagine: 240
ISBN: 978-88-7707-394-5

love it, share it

google

Descrizione prodotto

Alla scoperta della Torino barocca

Una città insieme rigorosa e raffinata, fantasiosa e cartesiana. Bellissima

Torino è una delle capitali barocche d’Europa. L’immagine stessa della città come oggi la conosciamo è stata letteralmente plasmata durante l’età barocca, grazie alla committenza sabauda e all’opera dei grandi architetti che hanno lavorato a progettarne e costruirne chiese, palazzi, assi viari, spazi pubblici e privati: i Cognengo, Guarini, Juvarra, Lanfran- chi, Garove, Alfieri, Vittone e molti altri. Un patrimonio straordinario che ha pochi uguali e si caratterizza per un’unità architettonico-artistica del tutto peculiare, un unicum nel contesto italiano ed europeo.

Questo libro è una guida pratica che invita torinesi e visitatori all’osservazione diretta dei capolavori presenti in città e, più ancora, costituisce uno strumento di scoperta, rigoroso ma agile, della forma urbana di Torino. Otto passeggiate che consentono al lettore di ripercorrere la storia del progressivo ampliamento della città fra Sei e Settecento, di rivelare il genio di Guarini, Juvarra e Vittone, ma anche di scoprire la raffinata ondata neobarocca che si sviluppa fra Otto e Novecento, una particolarità tutta torinese da conoscere e apprezzare. Le cartine dei percorsi, le biografie dei principali architetti, uno straordinario apparato iconografico realizzato ad hoc, un glossario dei più importanti termini architettonici. Non resta che partire alla scoperta della Torino barocca.

GLI AUTORI

Beatrice Coda Negozio

Architetto, specializzato alla Tulane University di New Orleans, ha lavorato presso la C. Olivetti SpA nell’ambito della gestione degli immobili (riorganizzazione/progettazione ambienti ufficio e di rappresentanza) e alla Direzione Attività Culturali – Corporate Identity con Hans von Klier. Dal 1989 opera come libero professionista, occupandosi di corporate identity e design per aziende ed enti. Ha seguito progetti per aziende leader tra cui IFIL, Juventus, Superga, SAGAT, Gruppo Buffetti, Monari Federzoni. Nel 1991, consigliere della SIAT (Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, di cui oggi è presidente), costituisce il Gruppo Giovani. Nel corso degli anni ha progettato e realizzato attività culturali, mostre ed eventi, ha ideato ed è stata autrice di numerose pubblicazioni. Tra i soci fondatori dell’associazione culturale La Città Liquida, è stata consigliere presso l’Ordine degli Architetti di Torino.

Roberto Fraternali

Architetto, ha lavorato per il Settore Fabbricati Municipali della Città di Torino e nello studio Archa dell’architetto P. Maggiora. Nel 1999, insieme all’amico Ugo Quattroccolo fonda lo Studio Associato Fraternali-Quattroccolo Architetti, indirizzato alla progettazione e direzione lavori di edifici pubblici e privati nell’ottica dell’architettura sostenibile e biocompatibile. Si dedica con costanza alla promozione culturale attraverso pubblicazioni, ideazioni di mostre e conferenze. È socio fondatore di associazioni culturali quali La Città Liquida, il Gruppo MARES, ColoriQuadri, ICAF, è stato consigliere della SIAT (Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino) dal 2002 al 2008 e dal 2010 al 2016. Collabora con l’Ordine degli Architetti di Torino come consulente, tutor e docente per corsi di formazione.

Carlo Luigi Ostorero

Ingegnere e dottore di ricerca in architettura, svolge attività come ricercatore e docen- te al Politecnico di Torino e all’Università di Parma. L’innovazione tecnologica, il design e il progetto per il restauro e la conservazione dei beni culturali sono le sue specializzazioni. Di recente ha esteso la sua attività a interventi di art and landscape design e focalizzato gli studi sui temi della sostenibilità in ambito urbano scrivendo il Manifesto per la città condivisa. Ha fondato e dirige il NLML (New Living Model Lab) in parallelo al progetto OMNIA Tiny House Revolution. Dall’anno 2000 è titolare dello Studio Dedalo Architettura (www.studiodedaloarchitettura.it) a Torino.