Di vino e d’altro ancora

14,00 

Autore: Vincenzo Reda
Formato: 15 x 21
Pagine: 224
ISBN: 978-88-7707-195-8

Categoria:

love it, share it

google

Descrizione prodotto

Un libro per imparare a bere e mangiare con la propria testa

Un personalissimo viaggio alla scoperta di vino, cibo, territori e culture dedicato a Gino Veronelli. Dal Barolo al Sangiovese passando per i vini brasiliani, dal pesce alla cucina salentina, dal ristorante dove mangiava Cavour alle avventure di uno chef calabrese a Mosca. Un originalissimo tour enogastronomico, un giro del mondo alla scoperta di sapori inaspettati. Un compendio di tutta la cultura enogastronomica.

 

DECALOGO DEL VINO

  1. Il vino non si degusta, si beve.
  2. Il vino è una questione sempre soggettiva.
  3. Il vino è una faccenda che attiene alla poesia, non alla scienza.
  4. Il vino non ama le guide: le considera tutte più o meno false o inattendibili.
  5. Il vino è succo d’uva fermentato, non è nettare.
  6. Il vino non ha nulla a che spartire con gli dei.
  7. Il vino, quando si parla di religione, tende a diventare aceto.
  8. Il vino è geloso: ogni bottiglia è un universo che mira a essere assoluto.
  9. Il vino è sensibile alle compagnie, al contesto, al clima… a tutto.
  10. Il vino è un mistero insondabile, ma è il mistero meno misterioso del mondo.

L’AUTORE

Vincenzo Reda

Calabrese nato alle pendici della Sila, da sempre vive a Torino. Appassionato di editoria e artista, ha lavorato presso radio, teatro e tv e ha all’attivo numerose pubblicazioni con diversi autori.