Le nebbie di Massaua, di Giorgio Ballario - Edizioni del Capricorno

Le nebbie di Massaua

16,00 € IVA inclusa

Autore: Giorgio Ballario
Formato: 14 x 21,5
Pagine: 352
ISBN: 978-88-7707-392-1

love it, share it

google

Descrizione prodotto

Le nebbie di Massaua.

La nuova indagine del maggiore Aldo Morosini nell’Africa Coloniale Italiana

Un suggestivo viaggio dentro  l’effimero universo coloniale italiano,  colmo di personaggi, notazioni, umori, climi e atmosfere dell’epoca; un autentico «mondo perduto» ricostruito con arte, in tutti i suoi aspetti più concreti e reali, che s’incrocia con una trama sottile e avvincente.
Un «noir coloniale» suggestivo e potente, vivido e originale.

Luglio 1936: l’Abissinia è ormai conquistata e Mussolini ha proclamato l’impero. In una Massaua crocevia di militari e civili avviati verso il sogno della nuova Africa Orientale Italiana, il maggiore dei carabinieri Aldo Morosini si scopre all’improvviso vulnerabile: ha contratto la malaria ed è ricoverato in ospedale.
Cercando di sconfiggere la malattia, l’investigatore deve anche coordinare a distanza le indagini su una misteriosa morte avvenuta in una villa isolata. Un ingegnere minerario che viveva da eremita è stato trovato impiccato: delitto o suicidio? Che cosa nascondono gli oscuri dipinti contrabbandati dalla vittima nello Yemen? E quali segreti custodisce la città di Harar, «isola» musulmana nell’ex impero cristiano del Negus, dove visse a lungo il poeta Arthur Rimbaud?
Sia pure indebolito dalla malattia, immobilizzato in ospedale e con l’unico aiuto dei suoi fedeli collaboratori, il maresciallo Eusebio Barbagallo e lo scium-basci Tesfaghì, Morosini, dopo innumerevoli sforzi e colpi di scena, riuscirà infine a dissipare le «nebbie» che celano i veri motivi della morte dell’ingegnere.

L’AUTORE

Giorgio Ballario, è nato a Torino nel 1964, è giornalista e lavora a La Stampa. Ha pubblicato racconti in svariate antologie giallo-noir, tra cui, per Edizioni del Capricorno, Porta Palazzo in noir (2016) e Il Po in noir (2017), e sei romanzi: Morire è un attimo (2008), Una donna di troppo (2009), Il volo della cicala (2010), Le rose di Axum (2010), tutti appartenenti al ciclo del maggiore Morosini; Nero Tav (2013) e, per Edizioni del Capricorno, Il destino dell’avvoltoio (2017). Nel 2010 ha vinto con Morire è un attimo il Premio Archè Anguillara Sabazia e nel 2013 il Premio GialloLatino con il racconto Dos gardenias, pubblicato da Segretissimo Mondadori. Con Vita spericolata di Albert Spaggiari, biografia di un famoso ladro francese degli anni Settanta (2016), è stato finalista al Premio Acqui Storia. Fuori dal coro (2017) è una galleria di personaggi irregolari e controcorrente del Novecento. Dal 2014 è presidente di Torinoir, sodalizio di scrittori torinesi malati di noir