Yasmina Khadra Il pazzo col bisturi

Il pazzo col bisturi

12,00 € IVA inclusa

Autori: Yasmina Khadra (traduzione di Roberto Marro)
Formato: 14×21,5
Pagine: 176
ISBN: 978-88-7707-349-5

love it, share it

google

Descrizione prodotto

Il pazzo col bisturi

«Grazie alla descrizione dei luoghi e dei personaggi, ai monologhi, intrisi di distanza critica, disgusto e humour nero, ci s’immerge insieme al commissario Llob in abitazioni insalubri, commissariati fatiscenti, locali notturni volgari, con criminali grandi e piccoli, estremisti islamici. […] La giustizia di Llob è quella di tutto il popolo algerino, contro le élite egoiste, affariste, manipolatrici, corrotte, che lasciano il Paese affondare sempre più nell’abiezione. Un romanzo espiatorio.»

Le Monde

«Il pazzo col bisturi non è il seguito delle avventure del commissario Llob, ‘Commy’, ma il suo punto d’inizio. […] E questo è assai intrigante: perché questo ‘primo zampillo’, che rivisita con grande efficacia Il tema del serial killer, è rivelatore della successiva evoluzione dello stile di Yasmina Khadra.»

Libération

Un’Algeria sull’orlo della guerra civile e del fanatismo religioso. Un’orrenda serie di delitti che getta la città nel panico. Un assassino sfrontato, che instaura un filo diretto con la polizia. Con il commissario Llob. Uno sbirro diverso: amaro, disincantato, intransigente. Onesto in un mondo governato dall’ingiustizia e dalla corruzione. Un mondo pronto a esplodere. La prima, inedita avventura del commissario Llob. Il primo grande noir di Yasmina Khadra.

Algeri, una giornata d’inverno. Il commissario Llob è di umore malmostoso, e la telefonata che riceve non migliora la situazione. È stato commesso un omicidio, ed è proprio l’assassino a raccontarglielo. Il «Pazzo col Bisturi», come la stampa subito lo definisce, è al suo primo fatto di sangue, ma ben presto sarà una vera emorragia. Chi è il Pazzo? Uno psicopatico? Un perverso? Llob non ci crede. Ogni omicidio è preparato con cura, eseguito nei minimi particolari, ed è sempre firmato. L’uomo tortura le sue vittime, strappa loro il cuore e depone una stella nera sul cadavere. Implacabile. Imprevedibile. Imprendibile. Per tentare di porre fine alla scia di delitti che insanguina la città, al commissario non resta che cominciare un dialogo a distanza con il Pazzo, in un’Algeria sotto pressione, dilaniata da laceranti differenze sociali, che annuncia con folgorante capacità premonitrice i disastri della guerra civile e del fanatismo religioso degli ultimi anni. Una scrittura fiorita e violenta, ironica e sarcastica, che porta il lettore in un mondo solo in apparenza lontano. In realtà, i germi di quella violenza sono tra noi. Qui e ora. E come spesso accade, un grande noir ne rivela le tracce.

L’AUTORE

Yasmina Khadra 

Pseudonimo di Mohammed Moulessehoul, è una delle più importanti voci letterarie del mondo arabo. Membro dell’esercito, è stato testimone diretto della sanguinosa guerra civile che ha devastato l’Algeria per oltre un decennio. Per motivi di censura è stato costretto a usare lo pseudonimo femminile di Yasmina Khadra. Oggi vive in Francia. I suoi romanzi sono tradotti in 48 paesi. In Italia è pubblicato da Sellerio (Gli angeli muoiono delle nostre ferite), Marsilio (L’equazione africana), Mondadori (Quel che il giorno deve alla notte, Le sirene di Baghdad, L’attentatrice, La parte del morto, Cosa sognano i lupi?, Le rondini di Kabul, Gli agnelli del signore), Nottetempo (La rosa di Blida), e/o (Morituri). Il pazzo col bisturi è il suo primo noir, inedito in Italia.