Pittura piemontese dell'Ottocento

Pittura piemontese dell’Ottocento. 35 capolavori

9,90 € IVA inclusa

Autore: Alberto Cottino
Formato: 16,1 x 22,8
Pagine: 160
ISBN: 978-88-7707-311-2

love it, share it

google

Descrizione prodotto

Pittura piemontese dell’Ottocento. 35 capolavori

35 grandi capolavori della pittura dell’Ottocento in Piemonte: un modo nuovo per leggere e (ri)scoprire lo straordinario patrimonio artistico regionale. Per ogni quadro, una minuziosa analisi dei dettagli estetici, tecnici e iconografici, e un approfondimento sulla produzione artistica dell’autore. Un libro scritto da uno storico dell’arte, con uno stile rigoroso ma agile, che permette a tutti di comprendere e apprezzare 35 grandi opere che hanno influenzato la storia dell’arte, piemontese e italiana

Le opere:

Laurent Pécheux, Bacco adolescente; Giovanni B. De Gubernatis, Sacra di San Michele vista dal basso in controluce; Giuseppe P. Bagetti, L’ingresso di Vittorio Emanuele I in Torino il 20 maggio 1814; Massimo d’Azeglio, La morte del conte Josselin di Montmorency; Giuseppe P. Bagetti, La Sacra di San Michele; Pietro Ayres, La famiglia Ferrero della Marmora; Ferdinando Cavalleri, Ritratto di Maria Teresa di Lorena regina di Sardegna; Giovanni Migliara, Veduta dell’abbazia di Altacomba; Ferdinando M. Storelli, Partenza di Carlo Felice da Milano; Giovanni B. Biscarra, Scuola del nudo all’Accademia Albertina di Torino; Pelagio Palagi, Sacra famiglia con san Giovannino; Carlo Bossoli, Piazza Castello; Michelangelo Pittatore, Il trasteverino; Giuseppe Camino, Rocce nelle Langhe; Enrico Gamba, I funerali di Tiziano; Andrea Gastaldi, Pietro Micca; Antonio Fontanesi, La quiete; Carlo Pittara, Dintorni di Rivara; Alberto Pasini, Il corriere del deserto; Francesco Gonin, Affreschi della sala d’aspetto di prima classe; Alfredo d’Andrade, Castelfusano; Antonio Fontanesi, Aprile; Pier Celestino Gilardi, Una triste notizia; Marco Calderini, Rive del Po a Torino; Enrico Junk, A teatro; Carlo Pollonera, Il seminatore; Enrico Reycend, Lungo il Po, presso la Gran Madre di Dio di Torino; Carlo Follini, La siesta; Giovanni B. Quadrone, Il pittore e la modella; Carlo Stratta, Aracne; Angelo Morbelli, Per 80 centesimi!; Lorenzo Delleani, Pellegrinaggio a Oropa; Giacomo Grosso, La femme; Giacomo Grosso, La nuda; Giuseppe Pellizza da Volpedo, Fiumana.

L’AUTORE

Alberto Cottino, specialista in arte barocca e in pittura italiana dal Cinquecento al Settecento, è considerato uno dei massimi conoscitori al mondo di natura morta italiana. Insegna nelle università di Bologna e Torino, è membro del comitato scientifico dell’Associazione Amici della Natura Morta Italiana, del consiglio direttivo del Centro Riviste Europee di Storia dell’Arte e della SISCA (Società Italiana di Storia della Critica d’Arte). Ha al suo attivo numerossime pubblicazioni, tra libri e cataloghi, e ha curato numerose mostre.