Enrico Martini Mauri (Mondovì, 1911 – Isparta, 1976), ufficiale del corpo degli Alpini, dopo aver combattuto durante la campagna d’Africa, dove fu promosso maggiore per meriti di guerra, fu reimpatriato e catturato dai tedeschi. Evaso dal campo di concentramento di Apuania, raggiunse le valli monregalesi, dove iniziò la lotta partigiana e fu fondatore e comandante del 1° Gruppo Divisioni Alpine, la più importante formazione di partigiani autonomi del Nord Italia. Dopo la guerra aggiunse al suo cognome il nome di battaglia, «Mauri». Laureato in Giurisprudenza, divenne dirigente di azienda. È scomparso nel 1976, in un incidente aereo in Turchia.

Libri di Enrico Martini Mauri

Partigiani Penne Nere. Boves, val Maudagna, val Casotto, le Langhe