Sui sentieri dei forti tra Veneto e Trentino

13,00 

Autore: Diego Vaschetto
Formato: 14,8 x 21,5
Pagine: 160
ISBN: 978-88-7707-486-7

love it, share it

google

Descrizione prodotto

Sui sentieri dei forti tra Veneto e Trentino. Dopo la cessione del Veneto all’Italia nel 1866, l’impero austroungarico, pur sconfitto, era riuscito a ottenere una linea di confine facilmente difendibile e una porta aperta verso l’Italia in caso di guerra: il saliente trentino, incuneato tra l’Adige e il Brenta, un’autentica punta di lancia diretta verso la pianura lombardo-veneta. Tra il 1906 e il 1916, gli austriaci costruirono su quella linea di confine una cintura di forti (ben sette) per assicurarsi una testa di ponte offensiva e proteggersi da eventuali attacchi italiani. A sua volta, per contrastare i forti imperiali, il regno d’Italia costruì una corona di possenti fortificazioni, che serravano gli altopiani di Asiago e di Serrada, controllavano dall’alto la val Sugana e la val Cismon e cingevano un vasto territorio che arrivava alle valli del Pasubio. Proprio su queste montagne, caratterizzate da paesaggi di grande bellezza, sono state scritte alcune delle pagine più dure ed epiche del primo conflitto mondiale. Ecco, dunque Sui sentieri dei forti tra Veneto e Trentino, un’inedita selezione di percorsi alla scoperta dei forti sugli altopiani fra Veneto e Trentino. Per ogni itinerario: cartine, tempi di percorrenza, un ampio apparato iconografico, le indicazioni pratiche per la visita. Di ciascun forte, inoltre, vengono descritte le caratteristiche tecniche e vengono narrati gli eventi bellici che li hanno visti protagonisti. Una guida diversa e originale. Per camminare sui sentieri della storia.

I SENTIERI

I forti italiani: Forte Campomolon, Forte Corbin, Forte Campolongo, Forte Verena, Forte Lisser, Forte Cima di Campo («forte Leone»), Forte Cima di Lan.
I forti austriaci: Forte Dosso delle Somme (Werk Serrada), Forte Sommo Alto (Zwischenwerk Sommo), Forte Cherle (Werk San Sebastiano), Forte Belvedere (Werk Gschwent), Forte Campo Luserna (Werk Lusern), Forte Busa Verle (Werk Verle) e forte Vezzena (Posten Vezzena).

L’AUTORE

Diego Vaschetto, laureato in Scienze geologiche all’università di Torino, ha svolto collaborazioni come fotografo con alcune riviste ed è stato consulente scientifico nella stesura di guide turistico-escursionistiche. Per Edizioni del Capricorno ha pubblicato oltre trenta titoli di carattere escursionistico e storico, fra i quali: A piedi sul Vallo Alpino (2009), Cime fortificate (2010), Alpini, storia e mito (2011), Sentieri della Resistenza (2012), Le più belle fortezze delle Alpi Occidentali, Sui sentieri della Grande Guerra (2014), Fortezze sul mare. Itinerari di scoperta in Liguria e Costa azzurra e Strade e sentieri della Linea Cadorna (2015), Le grandi battaglie degli Alpini nella Grande Guerra (2018), A piedi sul Vallo Alpino in Piemonte, Sui sentieri della guerra partigiana in Piemonte e Cime fortificate delle Alpi occidentali (2020).

Recensioni

There are no reviews yet.

Recensisci per primo “Sui sentieri dei forti tra Veneto e Trentino”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *