• Piemonte abbandonato, di Davide Calloni e Alessandro Tesei.

    Piemonte abbandonato: un volume di storia e di immagini di decine di luoghi straordinari abbandonati in tutta la regione. Meraviglie dimenticate dal tempo e dagli uomini. Riportate in piena luce dall’urbex, la urban exploration. Un nuovo modo d’indagare il paesaggio che ci circonda, un nuovo modo di raccontarlo.

  • Itinerari imperdibili Loira, di Rossana Cinzia Rando.

    Nelle architetture dei castelli lungo il fiume, Patrimoni dell’Umanità UNESCO, si riflette il genio creativo di scultori, pittori e architetti chiamati dai sovrani a progettare irripetibili luoghi di delizie. Tra loro anche Leonardo, arrivato dall’Italia nel 1517, atteso nel castello di Amboise da Francesco I in persona.

  • La nascita del fascismo a Torino, di Nicola Adduci, Barbara Berruti e Bruno Maida.

    Come si arriva al 18 dicembre 1922, una data rimasta nella memoria dei torinesi al punto da attraversare tutte le generazioni del Novecento? Il volume ricostruisce con straordinaria efficacia il clima e le vicende della città dalla conclusione della Grande Guerra alla marcia su Roma. La grande crisi innescata dalla fine dell’economia di guerra, il «biennio rosso» e l’occupazione delle fabbriche, il faticoso sviluppo del movimento fascista, lo stillicidio di violenze che punteggiano un triennio drammatico.

  • Viaggi da sogno nel Grande Nord, di Marco Carlo Stoppato.

    Undici fantastici itinerari d’autore per lasciarsi ispirare e organizzare la propria avventura alla scoperta del Grande Nord. Distese di ghiacci, vulcani, fiordi, foreste, laghi, cascate. Spazi immensi e liberi, in cui la trasparenza dell’aria conferisce ai colori e allo sguardo una purezza originaria.

  • L'anno fatale, di Claudio Vercelli.

    Il 1919 è l'anno della svolta, quello che cambia per sempre la storia d'Italia. La fine della Grande Guerra, piazza San Sepolcro e la nascita del fascismo, l'inizio del biennio rosso e Fiume.

  • Non mi toccare, di Massimo Tallone.

    Il nuovo, grande noir di Massimo Tallone. Una protagonista conturbante in fuga da un assassino spietato. Un inseguimento all’ultimo respiro fra Torino, la Sardegna, l’Islanda e le isole Fær Øer. Una discesa all’inferno senza pietà né legge. Spirale che t’inghiotte e non puoi vederne la fine. Una scrittura raffinata e allusiva, tagliente e sinuosa. Un’inquietudine narrativa rara nel noir italiano. Grande letteratura.

  • D-day Una storia diversa, di Claudio Razeto.

    Tutti i segreti dell’operazione Overlord, il D-day che ha cambiato il corso della seconda guerra mondiale. Il contesto, i retroscena, le forze in campo, la preparazione dello sbarco, le armi, i protagonisti. Gli episodi più noti, ma anche e soprattutto quelli meno studiati. Con uno straordinario apparato iconografico tratto dagli archivi ANSA e dei suoi partner internazionali.

  • 35 borghi montani imperdibili – Lombardia, di Andrea Accorsi.

    C’è una Lombardia meno nota di quella delle grandi città, dei celebri monumenti e musei, dei laghi e delle fiere internazionali: è la Lombardia dei borghi di montagna.