Archivio per la Categoria ‘News e press’ Category

Sono arrivate anche le nostre vacanze: dal 30 luglio al 22 agosto Edizioni del Capricorno chiude, quindi non saranno evasi gli ordini dei libri sul nostro sito.

Ci vediamo il 22 agosto belli abbronzati e, mi raccomando, non andate in vacanza senza un buon libro!

Grandi montagne per tutti, la nuova collana di Edizioni del CapricornoVi presentiamo Grandi montagne per tutti, la nostra nuova collana diretta da Stefano Camanni: guide che consentono di scoprire, passo dopo passo, i territori più importanti della catena alpina. I grandi massicci, i gruppi montuosi, le cime storiche, le valli che le circondano. In ogni volume: storia, cultura, geologia, fauna e flora; tutte le informazioni per raggiungere il territorio e organizzare il proprio soggiorno; una selezione di imperdibili escursioni, estive e invernali, dalle più semplici alle più impegnative; trekking e tour di più giorni;cartografie, schede tecniche, un apparato iconografico realizzato ad hoc. La prima uscita della collana è dedicata al Monte Bianco: il tetto d’Europa, crocevia simbolico della cultura alpina, a cavallo tra Italia, Francia e Svizzera, disponibile sul nostro shop online a questo link già da ora e in libreria dal 21 luglio.

 

Offerta sui titoli di cicloturismo sino al 30 luglio

Sino al 30 luglio abbiamo un’offerta per i nostri lettori ciclisti:

Itinerari imperdibili in mountain bike in Piemonte e Valle d’Aosta e Itinerari imperdibili in mountain bike. Dalle Alpi del mare alla val Susa a 17 euro senza spese di spezione: per averli, basta cliccare qui.

Cicloturismo nella natura in Piemonte e In bici in Piemonte. Itinerari ciclotursitici nel Nordovest sempre a 17 euro senza spese di spedizione: per avere questi due libri, basta cliccare qui

mountain bike in piemonte e valle d'aostaArriva il 16 luglio con La Stampa ed è già sul nostro sito Itinerari imperdibili in mountain bike in Piemonte e Valle d’Aosta, di Armando Benzio, Ettore Patriarca e Gabriele Pellanda del Team Dahü. Un libro pensato per le vacanze dei ciclisti in un paradiso dei biker, con percorsi adatti a tutti i livelli di difficoltà e illustrati da uno straordinario apparato iconografico realizzato ad hoc. Una nuova, originale raccolta di itinerari, che vanno dalla superclassica  Via del Sale tra Piemonte e Liguria al Nord del Piemonte, territorio forse meno noto agli appassionati ma incredibilmente ricco di percorsi sorprendenti, sino alle grandi montagne valdostane. La Panoramica Zegna nel Biellese e la baraggia di Candelo, i monti tra val Sesia e valle Strona, il giro del lago d’Orta e i vigneti di Gattinara, la val Formazza e l’Alpe Devero. E ancora, in Valle d’Aosta, la mitica balconata del Cervino, i colli Chavannes, Fenêtre Durand e Invergneux, i laghi Palasinas, lo storico ru Courtod, lo Zerbion.

 

In moto sulle più belle strade delle Alpi di Fabrizio Bruno

È tornato il nostro centauro preferito: arriva In moto sulle più belle strade delle Alpi di Fabrizio Bruno.

Dalle Alpi Marittime alla Slovenia, 12 tour e un percorso su sterrato per vacanze in moto tutte speciali, nella migliore tradizione del nostro autore: a caccia di colli, sì, ma anche alla scoperta di eccellenze gastronomiche, aree naturali e archeologiche da visitare, arte, storia e cultura.

Trovate In moto sulle più belle strade delle Alpi a questo link, dall’8 luglio in edicola con, La Stampa, Il Secolo XIX, Il mattino di Padova, La tribuna di Treviso, Il corriere delle Alpi, L’Arena e Brescia Oggi, e in libreria dal 14 luglio e

 

la curva delle cento lire - nuove uscite edizioni del capricornoTornano i noir di Tallone&Carillo: arriva La curva delle cento lire Per la prima volta, Lola ha paura. Si ritroverà più volte sull’orlo del baratro e, alla fine, ne uscirà cambiata. E noi lettori con lei

A torino, nevica da giorni. In questa sorta di sospeso torpore, esplode la notizia: nel giro di poche ore due uomini e una donna vengono ritrovati esanimi, ubriachi, vivi ma con la lingua mozzata.  Sulla città semiparalizzata da quell’imponderabile sussulto d’inverno aleggia l’orrore di un crimine seriale, subito alimentato dal consueto tam tam mediatico. Almeno all’inizio, Lola osserva il manifestarsi degli eventi da spettatrice e poi, all’improvviso, ci si ritrova dentro in pieno, costretta a indagare sull’identità di una delle tre vittime, che sembra provenire dritta dal suo passato lontano e vicino. E, senza volerlo, fi nirà per essere coinvolta in una vicenda più grande e complicata, di cui non sa controllare tempi, attori, pericoli, obbligata a fare i conti con un mondo criminale che non conosce e che la trascina più volte sull’orlo di un baratro di cui non vede i confini. Un’indagine ad alto rischio, senza esclusione di colpi, che la porta a muoversi in un sottobosco di insospettabili individui senza scrupoli che lucrano sul doping nell’ambiente dello sport giovanile e sono disposti a tutto pur di coprire i loro sordidi traffi ci. Lola, questa volta, ha paura. E quando tutto sarà concluso, e come sempre accade nel grande noir contemporaneo, il bilancio fi nale non sarà in pari. Qualcosa, nel mondo intorno, risulterà incrinato e avrà un sapore più amaro.

Trovate La curva delle cento lire a questo link, in edicola dal 2 luglio con La Stampa e in libreria a partire da metà luglio
25 luoghi imperdibili per le vacanze in montagna

Ci stiamo attrezzando per le vacanze: arriva 25 luoghi imperdibili per le vacanze in montagna di Gabriella Rinaldi.

Vi raccontiamo 25 perle delle Alpi: borghi piccoli nelle dimensioni ma grandi per tradizione, che hanno lavorato con tenacia per non omologarsi e hanno saputo trarre vantaggio dalle loro peculiarità. Borghi che oggi rappresentano una montagna più «autentica». Dalle tradizioni occitane delle montagne cuneesi tra Alpi Marittime e Cozie alle storiche stazioni turistiche delle valli di Lanzo, dalle valli valdesi alla val di Susa più segreta, dal Gran Paradiso al Monte Rosa, fino alle Alpi biellesi e alle fiabesche, intoccate valli dell’Ossola. Per ogni borgo, approfondimenti tematici per conoscere meglio i luoghi visitati, schede tecniche con cartine, un apparato iconografico realizzato ad hoc.

 

Trovate 25 luoghi imperdibili per le vacanze in montagna sul nostro sito, in edicola con La Stampa dal 18 giugno, in libreria dal 30 giugno.

 

Gli appuntamenti di giugno con Edizioni del CapricornoGli appuntamenti di giugno con Edizioni del Capricorno

giovedì 9 giugno ore 17.30, Collegno – sede del Patto Territoriale zona Ovest, piazzale AVIS, 7.

Filippo Ceragioli e Aldo Molino presentano A piedi in bassa val di Susa. Il Musinè e altre escursioni, e ci raccontano una natura inattesa a due passi da Torino: montagne, ghiacciai che stanno scomparendo, lupi e gipeti; e del territorio modellato dal grande ghiacciaio valsusino che, nonostante l’urbanizzazione dilagante, conserva aree che potrebbero rivestire una notevole importanza per la tutela della biodiversità e per quello che i francesi chiamano loisir. Tutto raccolto nel loro libro, con 25 itinerari che da una montagna vera, il Civrari, scendono verso la conurbazione torinese, dove luoghi di grande bellezza e naturalità si alternano ad altri che attendono una riqualificazione. Oltre agli autori, interverranno: il sindaco di Collegno Francesco Casciano; l’assessore all’Ambiente Enrico Manfredi; l’assessore alla Qualità della Vita Matteo Cavallone; il presidente della Commissione Regionale Ambiente Silvana Accossato; il presidente del Patto territoriale Zona Ovest Ezio Bertolotto; il presidente del Circolo Legambiente di Collegno. Animazione sonora di Manuel Torello all’hang. Seguono visita al chiostro della Certosa a cura della storica locale Marisa Torello e rinfresco.

 

 

 

 

Enrico Miletto e Donatella Sasso presentano Torino ’900. La città delle fabbriche, un viaggio nella storia torinese attraverso la storia del suo sviluppo industriale, con le immagini dei luoghi e i volti delle donne e degli uomini che hanno contribuito per più di un secolo a plasmare la forma, la coscienza collettiva, l’identità stessa della città delle fabbriche.

venerdì 10 giugno ore 18.00, Torino – Open Incet, via Francesco Cigna, 96/17,

sabato 18 giugno ore 21.30, Torino – libreria Trebisonda, via Sant’Anselmo, 22.

 

 

 

 

 

 

Due appuntamenti per riscoprire Partigiani Penne Nere di Enrico Martini Mauri, tra le più importanti testimonianze mai pubblicate sulla storia della Resistenza italiana. Importante perché scritto da uno dei più autorevoli comandanti partigiani del Nordovest, capace di organizzare e guidare per 20 mesi di combattimenti ininterrotti e spietati una delle formazioni più strutturate ed efficaci di tutto il Piemonte, il 1° Gruppo Divisioni Alpine. Il comandante, tra gli altri, di Beppe Fenoglio.

giovedì 16 giugno ore 17.00, Torino – palazzo Lascaris, via Alfieri, 13.

Parteciperanno: Nino Boeti, vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte; Generale C.A. Claudio Berto, Comandante della Scuola d’Applicazione dell’Esercito; Generale C.A. Franco Cravarezza; Luciano Boccalatte, direttore dell’ISTORETO; Pier Franco Quaglieni, storico, autore della prefazione; Enrico Martini Mauri jr., nipote del Comandante partigiano.

venerdì 17 giugno ore 18.00, Biella – Bibilioteca civia, piazza Curiel, 13.

Parteciperanno: Pier Franco Quaglieni e Marcello Vaudano.

 

 

sabato 18 giugno ore 15.30, ipermercato Carrefour di corso Monte Cucco, 108 (Torino)

Massimo Tallone vi presenta Lola,  la protagonista de Il postino di Superga  e La riva destra della Dora di Tallone&Carillo

 

 

esce 1946. Dai Savoia alla Repubblica

70 anni da festeggiare: esce 1946. Dai Savoia alla Repubblica di Marco Gasparini, per la nostra collana Immagini della Storia in collaborazione con gli archivi ANSA.

Vi raccontiamo il 1946, un anno cruciale. Un ventennio di fascismo e la guerra conclusa da pochi mesi pesano ancora come macigni: le città mostrano le ferite dei bombardamenti, da Nord a Sud l’emergenza alimentare non dà tregua e non sono pochi gli strascichi di una guerra civile che ha insanguinato una parte consistente del Paese. Ciononostante, di giorno in giorno si rafforza la speranza che i ruderi ereditati dal conflitto saranno presto confinati nei libri di storia. Il 2 giugno, con il referendum e le elezioni per l’Assemblea Costituente, le prime cui partecipano anche le donne, l’Italia sceglie di diventare una repubblica, seppur con una percentuale tutt’altro che schiacciante e con passaggi poco chiari nello svolgimento di votazioni e scrutini. È il tramonto dei Savoia, la più antica famiglia reale d’Europa, uscita vincente dal Risorgimento e dalla Grande Guerra, ma irrimediabilmente compromessa con il fascismo e con la vergogna delle leggi razziali, accusata di aver abbandonato il Paese a se stesso nella drammatica estate del 1943. Attraverso le straordinarie immagini dell’ANSA e dei suoi partner, il clima, la situazione internazionale, la breve parabola istituzionale di Umberto II e i protagonisti della nuova vita politica italiana, il ruolo della Chiesa, l’esilio del «re di maggio» e la cronaca dei febbrili giorni che hanno fatto l’Italia di oggi.

Trovate 1946. Dai Savoia alla Repubblica in libreria, sul nostro shop online a questo link e in edicola con la Stampa, il Secolo XIX, il Mattino di Padova, la Tribuna di Treviso, il Corriere delle Alpi, la Nuova di Venezia e Mestre, il Giorno, la Nazione, il Resto del Carlino e l’Arena di Verona.

Giornata oasi WWF 2016 Franco Correggia presenta Sentieri di Collina

In occasione della Giornata oasi WWF 2016 Franco Correggia presenta Sentieri di collina tra Monferrato e Langa astigiana all’oasi Valmanera (Asti).

Appuntamento per il 29 maggio alle 11, per parlare delle aree verdi della provincia di Asti: tra colline, vallate, boschi, prati, stagni, sorgenti, ruscelli, sentieri, vigneti, cascine, cappelle campestri e castelli. Dalle colline intorno a Santa Maria di Vezzolano a Castelnuovo Don Bosco e Passerano Marmorito, dalla Valmanera alla valle del Tanaro, tra le alture  dove si addensano preziose riserve naturali oasi del WWF, fino ai suggestivi paesaggi della Langa astigiana,  toccando Loazzolo, Roccaverano e Mombaldone.

Franco Correggia è consulente scientifico, naturalista, specialista della flora collinare piemontese, è autore di un centinaio di contributi (studi, saggi, libri, monografie, articoli) di argomento biologico, ecologico e naturalistico. È presidente dell’Associazione Terra, Boschi, Gente e Memorie, componente del Comitato Scientifico del WWF Piemonte, referente dell’agenzia internazionale Ager, componente del Gruppo Botanico Astense, membro del direttivo dell’Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano, curatore della collana editoriale I Quaderni di Muscandia.